RINVIA L’OPERAZIONE AD INTERVENTO INIZIATO: ASSOLTO CHIRURGO

Sottopone la paziente ad anestesia, inizia ad incidere, ma, al protrarsi dell’assenza del secondo chirurgo, rimanda l’intervento. Condannato in primo e secondo grado, viene assolto, perché il fatto non sussiste, dai giudici di legittimità in quanto, accertato lo stato di salute della paziente e la mancata urgenza dell’intervento, ben ha fatto il medico a mettere al primo posto l’esigenza della paziente ad essere operta in piena e totale sicurezza (Cass.24952/2018).